CLICCA SU MI PIACE

Aprire laboratorio di produzione e vendita di Pane biologico con finanziamenti.




pane biologico

pane biologico

Gentile dott.Martino,
siamo una coppia di laureati residenti in Veneto di anni 33 e 30. Abbiamo entrambi impieghi precari l’una nella scuola pubblica, l’altro come libero professionista.
Ci siamo accorti che nella zona in cui viviamo non c’è offerta sufficiente di pane biologico, poiché l’unica rivendita esistente non riesce a soddisfare la domanda. Inoltre i normali panifici presenti in questi paesi offrono un prodotto industriale di scarsa qualità.
Queste osservazioni, unitamente ad un forte interesse come consumatori per il settore alimentare di qualità ed alla voglia di operare un forte cambiamento nelle nostre vite professionali, ci sta portando a pensare di aprire un’attività artigianale di panificazione.
Vorremmo costituire una società di due persone in cui ci occuperemmo personalmente l’uno della produzione e l’altra della vendita di vero pane artigianale di qualità soprattutto con l’impiego di materie prime biologiche e eventualmente offrendo anche prodotti senza glutine. Ci piacerebbe anche studiare una forma di commercio elettronico con carte prepagate per gestire ordini fatti alla sera e consegnati con un nostro mezzo direttamente a domicilio.
I problemi sono questi:
io non possiedo alcuna qualifica professionale come panificatore, ma conto di seguire un corso che già ho individuato non appena valutata l’effettiva possibilità di realizzare questo progetto;
entrambi non possediamo il capitale necessario, ma contiamo, qualora sia possibile, di usufruire delle agevolazioni per l’autoimpiego.

A Lei, dott. Martino vogliamo chiedere le seguenti cose:
– Abbiamo i requisiti per chiedere il prestito?
– Se sì, è possibile richiedere la sua consulenza? In questo caso a quale percentuale ammonterebbe il suo compenso?
– Nel caso in cui non le fosse possibile, sa indicarci un professionista per la nostra zona?

Grazie per i preziosi consigli e buon lavoro.



Gentili Dottori,

Tra i requisiti professionali da possedere, ci sono le esperienze in merito al settore della panificazione da dimostrarsi con buste paga, eventuali corsi di panificazione; in definitiva occorre un C.V. abbastanza esauriente e convincente.

A voli la scelta di iniziare l’iter verso i vostri progetti i cui costi riguardano il costo pratica, il costo notaio, il corso per alimentarista (ex rec).

Io vi do la mia disponibilità a seguirvi anche a distanza, avendo appoggi nella Vostra zona.

Per i costi, sarò lieto di comunicarveli in seguito ad una Vostra chiamata.

Cordiali saluti

Dott. Cesare Martino

Tecnologo Alimentare, Monteroni di Lecce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *