CLICCA SU MI PIACE

Aprire una biscotteria in Bari. Quali requisiti occorrono?



Requisiti per aprire una biscotteria in Bari

Gentile dott. Martino, tramite ricerca internet ho scoperto il suo sito e poichè ho visto che i suoi suggerimenti sono molti utili vorrei chiederle anche io un consiglio.

Vorrei aprire un negozio di vendita di dolci da forno (crostate, biscotti, plumcakes, muffin) sia da asporto sia con annesso servizio caffetteria/tisaneria ai tavoli; inoltre nello stesso locale prevederei la vendita di piccola oggettistica da regalo di design.

Il concept è quello comunque di un locale piccolo con tavolini per 6/8 persone al massimo ..dal momento che vorrei puntare più sul take away.

Dovrei impostare il tutto come ditta individuale poichè i dolci sono di mia produzione e non avrei altri collaboratori nè personale dipendente.

  • Quali sono i requisiti minimi sia di superifice che legali/amministrativi che il mio locale dovrebbe avere?
  • Occore avere qualche licenza particolare?
  • Può essere sufficiente un locale di circa 60 mq?
  • E considerando che sono solo qual’ è la superfice minima che posso dedicare alla cucina/laboratorio?

La produzione dei dolci sarebbe quotidiana e in linea di massima non avrei bisogno di una grande dispensa per le scorte di materia prima poichè anche queste sarebbero acquistate giornalmente.

Poichè sto avendo difficoltà a reperire informazioni specifiche potrebbe consigliarmi un consulente a cui rivolgermi a Bari?

Attendo la sua risposta confidando mi possa aiutare a sbrogliare questa matassa iniziale e la ringrazio per l’attenzione e la disponibilità. Cordiali saluti, Alessandro

Gentile Sig. Alessandro,
per allestire una piccola pasticceria Le occorrerà attrezzare un laboratorio, con aria naturale diretta, che dovrà avere una superficie interna minima di circa 15-20 metri quadrati. Per la zona vendita, non sono richieste dimensioni minime (quindi un locale di 60 mq può essere sufficiente). Per i requisiti strutturali, le cose cambiano asseconda di ciò che realmente vuole fare. Per l’attività di asporto Le occorrerà un solo bagno a suo esclusivo uso. Se invece vuole fare anche somministrazione ai tavoli di bevande ecc., dovrà fare richiesta di licenza di somministrazione al Comune di Bari. Sia per il commercio di alimenti, sia per la somminstrazione, dovrà fare il corso SPAB (somministrazione al pubblico di alimenti e bevande) presso associazione di categoria; inoltre, per la somministrazione, dovrà dotare il locale di almeno un’altro bagno per gli avventori/handicapatti.
Per essere seguito da un consulente tecnologo alimentare vicino, Le suggerico il Dott. ….. di Bari

6 Comments
  1. Vorrei aprire un negozio ambulanti di vendita di dolci e prodotti da forno, sopratutto muffins, cupcakes, cookies ecc.
    Quali sono i requisiti minimi legali/amministrativi?
    Occore avere qualche licenza particolare?
    Di quali atrezzature dovrebbe essere composto il veicolo dell’attività?
    E’ possibile cuocere i prodotti direttamente sul veicolo o devono essere gia cotti e fare solamente rivendità?

  2. Gentile dott. Martino, ho frequentato un corso di pasticceria dove mi sono stati rilasciati gli attestati di Auito Pasticcere e HACCP. Il motivo per cui ho fatto questo corso, sia perchè mi piacciono molto i dolci, è perchè mi piacerebbe poter vendere i dolci che faccio a casa a bar, ristoranti, pub e per piccole feste. Ho chiesto al docente che mi ha fatto il corso se c’è bisogno di documenti e autorizzazioni particolari e mi ha risposto che non servono licenze e che posso venderli tranquillamente, l’importante che specifichi su di un’etichetta gli ingredienti impiegati e che utilizzi la margarina al posto del burro. ho fatto ricerche in merito e ho scoperto il suo sito, così volevo chiederle maggiori informazioni a riguardo.

    Resto in attesa di un suo cortese riscontro.
    Cordiali saluti

    Sara

    • Gentile Sig.ra Sara, moltissima gente mi pone la sua stessa domanda. Purtroppo non è possibile fare in casa alimenti e rivenderli ad attività. Deve aprire in piena regola come tutte le altre attività se vuole esercitare la sua passione.

  3. Gentile dott. Cesare Martino, vorrei essere tolto un dubbio per favore…Per aprire una yogurteria, occorre comunque una licenza per somministrazione bevande e alimenti? se si, a chi devo rivolgermi? quali sono gli enti preposti nelle Marche? in termini di tempo, quanto occorre? e in termini di denaro?
    Aspetto Sue risposte
    Grazie

    • Gentile Sig Eduardo, Per una yogurteria da asporto non occorre acuna licenza di somministrazione. Una volta ultimato ed arredato il locale deve aprire presentando una DIA sanitaria all’ASL di zona. Richieda i moduli all’ASL o si faccia assistere da un consulente specializzato in consulenza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *