CLICCA SU MI PIACE

Aprire una gastronomia da asporto e self-service



gastronomia

gastronomia

Vorrei alcune delucidazioni riguardante i finanziamenti a fondo perduto, in quanto avrei intenzione di aprire una gastronomia d’asporto e self-service. Tenendo presente che ho la disponibilita’ di un locale in fitto e che al momento questa attivita’ e’ un negozio d’abbigliamento e vorrei apportare modifiche per trasformarlo in una gastronomia. Il locale e’ sito in zona centro non vi e’ presenza di tale servizio.

Gentile Sig.ra,

La gastronomia, in quanto attività artigianale, rientra tra quelle finanziabili da Invitalia. I finanziamenti sono anche per Lei fino a 129.000 € e di questo importo, metà è a fondo perduto ed il resto a rate da saldare in 7 anni al tasso agevolato del 1% circa. Bisogna presentare una domanda di finanziamento a fondo perduto che, tengo a sottolineare, deve essere ben redatta al fine del buon esito del suo progetto. La invito, a contattarmi per fissare un eventuale incontro.

Dott. Cesare Martino, Tecnologo Alimentare

Manuali HACCP, romazione sanitaria Per consulenza 329.3512283

56 Comments
  1. Vorrei ampliare l’attività commerciale di mio padre (una macelleria con generi alimentari), aggiungendo una piccola gastronomia nel fondo di ns proprietà. Abbiamo stimato che ci dovrebbero servire circa € 70.000, tra cui 25.000 di arredo e 45.000 di lavori di ristrutturazione. Il finanziamento agevolato di cui sopra (7 anni all’1%) è fattibile per me e che rate verrebbero fuori? Grazie

  2. G.le Dott. Cesare Marino.
    ho 59 anni e vorrei aprire una gastronomia in provincia di Modena , insieme a mia moglie che ha già una lunga esperienza nel settore. Le chiedevo gentilmente se ci sono dei finanziamenti agevolati per aprire questa determinata attività, ho ce un limite di età , avendo io già 59 anni. la ringrazio anticipatamente. cordiali saluti.

  3. salve, avrei in mente di aprire una rosticceria take away in sicilia sono un cuoco con un bel po di esperienza nel settore ,vorrei saper di quale tipo di licenza serve ,se è facile ottenerle ,e se ci sono agevolazioni o fondi per nuove attività : a fondo perduto ,prestiti giovanili ecc…grazie mille cordiali saluti

  4. salve io le scrivo da castelfranco veneto,vorrei aprire una gastronomia magari con qualche tavolino per consumare pasti veloci,ho letto che e possibile avere un finanziamento,ma io sono disoccupata vale anche per me?e poi come fare per contattarla e fissare un’incontro?

  5. Buongiorno dottore,
    io e mio marito vogliamo rilevare un’attività di gastronomia nella città di Verona. Esistono finanziamenti a fondo perduto per una simile attività? da quello che ho capito, non esistono quando si rileva l’attività,ma noi cambieremmo il nome, la società, ecc.
    grazie

  6. Buongiorno Dott.Martino vorrei chiedere vostro consiglio.Sono una donna ukraina vivo in Italia da 11 anni ho carta di sogiorno a tempo illimitato.Mi piacerebbe aprire gastronomia etnica a Terni.vorrei chiedere se posso fare io la domanda per finaziamento a fondo perduto.E se posso aprire la attivita in proprio esendo straniera.Grazie.

    • Gentile SIg.ra Tatiana,
      Anche gli stranieri residenti in Italia possono fare domanda di finanziamento agevolato. Per aprire come ditta individuale potrà richiedere massimo 25.800€ per le attrezzatire ed arredamenti. Si rivolga ad un barovo consulente in finanza agevolata

  7. Buongiorno Dott. Martino,
    mi piacerebbe aprire un self-service nella mia città Pescara ma non so come muovermi.Mi saprebbe dare qualche consiglio e soprattutto informarmi se sono disponibili anche per l’Abruzzo i finanziamenti a fondo perduto e soprattutto quali requisiti principali bisogna avere per fare domanda?

  8. Salve Dott. Martino mia moglie assieme la sorella vorrebbe aprire
    un’attività di gastronomia di prodotti tipici siciliani in provincia
    di Milano il finanziamento a fondo perduto si richiede prima di iniziare l’attività o dopo?

  9. mi perdoni ancora per il fastidio ma per quanto riguarda il take away e previsto qualche posto a sedere se no di quale tipo di licnza si deve disporre
    la ringrazio

    • Gentile Salvatore, spesso si chiude un occhio riguardo alla presenza di piani di appoggio, sgabelli ed altri rimedi, per far consumare ciò che è acquistato. Non sarà possibile effettuare servizio ai tavoli. Per essere tranquilli dovrebbe richiedere la licenza di somministrazione tipologia “A” al comune. Prima dovrà fare il corso di somministrazione di alimenti e bevande

  10. scusi se la disturbo ancora ma con la semplici dichiarazione d inizio attivita mi e consentito l avendita anche di bibite e alcolici(birre e vino)se no e possibile prendere un licenza per farlo,si compra?si deve verere se e disponibile al comune
    la ringrazio

    • Gentile Salvatore, Con la DIA sanitaria può solo vendere tali bevande in confezione originale senza effettuare la mescita nei bicchieri e senza servizio ai tavoli. Dovrà fare comunque una semplice comunicazione all’ufficio delle dogane riguardo la vendita di alcolici

  11. buon pomeriggio,
    siamo due soci (uno occupato e l altro disoccupato iscritto al corso ex rec)saremo interesati ad aprire un take away di cucina giapponese in franchising sarei molto lieto se mi diceste se possiamo fruttare l ivestimento a fondo perduto per micro imprese come ottenerlo quale societa formare che licenze sono necessarie e se epossibile mi puo indicare un vostro consulente presente nella zona di napoli e provinci a cui potremmo rivolgerci
    grazie dell attenzione spero in una risposta

  12. salve,
    sono un ragazzo di napoli sarei interessato ad aprire un take away giapponese in franchising,ho un locali di 70 mq in affitto e volevo sapere se si potevano ricevere le agevolazioni a fondo perduto.
    Inoltre volevo sapere la proceduta per aprira questa nuova attivita(tipo di societa da formare,licenze e permessi)e se cortesemente potrebbe indicarmi uno studio qui a napoli che potrebbe seguirmi
    grazie anticipatamente.

    • Gentile Salvatore, per aprie una attività artigianale come un take away, non occorre nessuna licenza, ma è possibile aprire tramie una cosiddetta DIA Sanitaria da presentare all’ASL di zona. Per aprire una attività alimentare coi finanziamenti agevolati, tra i requisiti necessari, occorre avere il corso per il commercio di alimenti.

    • Gentile Salvatore, per aprie una attività artigianale come un take away, non occorre nessuna licenza, ma è possibile aprire tramie una cosiddetta DIA Sanitaria da presentare all’ASL di zona. Se Lei ed il Suo socio avete esperienza nel settore ristorativo, con la guida di un consulente, potete costituire una società di persone. L’esperienza dimostrabile aumenta le possibilità di ricevere i finanziamenti agevolati. Purtroppo il consuolente più vicino a voi si trova in Roma. Se interessato mi contatti

  13. Buon pomeriggio,
    sono titolare di partita iva e vorrei ampliare la mia attivita’.Ci sono dei finanziamenti a tasso agevolato o a fondo perduto?

    • Gentile Alessio, gli incentivi agevolati di invitalia non sono previsti per le attività già aperte. Potrebbe verificare i prestici della cassa artigiani della sua zona

  14. buongiorno sono marco gallina e vivo in spagna ,e sono titolare di due ristoranti in mallorca ,vorrei sapere se ci sono aiuti per chi vuole aprire gelaterie o grastronomie italiane all estero ,visto che vorrei aprire una gastronomia e in mallorca ,aspettando unasua gentile risposta la saluto attentamente come saluto tutta l ITALIA GRAZIE

  15. Salve!
    vorrei sapere cosa ci vuole per far si’ ke il finanziamento sia accettato che tipi di garanzie vogliono e inizialmente dove dovrei rivolgermi per aprire ankio una attivita’ gastronomica. Grazie!

    • Gentile Deborah,
      per i finanziamenti occorre essere disoccupata e con esperienza nel settore alimentare o delle vendite. Per “l’auto impiego” non occorrono garanzie di nessun tipo. I soldi vengono concessi sulla fiducia. Per questo l’esperienza dimostrata è quella che dà più probabilità di successo. Per presentare una domanda occorre rivolgersi ad un bravo consulente in finanza agevolata. rimangono i requisiti di igiene che devono essere discussi nella asl di zona.

  16. desidero avere inormazioni inererente a fondi sull attivivita’ di gastronomia se self-service inerente alla provincia di lodi. cordiali saluti.

  17. Salve,vorrei sapere tutti i documenti che ci vogliono per aprire un self service tipico siciliano nella zona di viareggio.sopratutto per il finanziamento.tra l’altro mio marito ha il diploma di cuoco,quindi dovrei essere più agevolata,aspetto una sua risposta,grazie mille
    cordiali saluti

  18. Salve, vorrei sapere se posso usufruire del finanziamento micro impresa per aprire una casa del pesce nella mia città(catania).

    • Gentile SIg. Antonio,
      Non so cosa intende per casa del pesce; ma comunque credo che potrebbe richiedere i finanziamenti agevolati sia come ditta individuale (per max 25800€) o come società (per max 129.000€)

  19. Salve,io vorrei aprire una gastronomia d’asporto di pesce,ho gia’ il locale che e’mio solo che forse e’ un po’ piccolo..sono 2 stanze di 15mq ciascuna con a fianco la mia casa che volendo si potrbbe fare un’entrata comunicante interna e creare il magazzino,secondo lei si puo’ realizzare?attendo una sua gentile risposta 🙂

    • Gentile SIg.ra Flavia,
      Una cucina di 15 metri quadri, credo che sia un pò piuccola per soddisfare i requisiti minimi strutturali per una simile attività. Si informi sempre prima presso asl.
      Si accerti sull’agiblità del locale che sia di tipo artigianale. Per ricavare una nuova stanza da una costola della casa, deve prima cambiare destinazione d’uso e agibilià.
      Accerti con un tecnico che quanto Lei desidara attuare sia prima di tutto possibile

  20. Salve! stò cercando di rilevare un’attività di gastronomia in Ravenna, volevo sapere se posso usufruire di qualche finanziamento… grazie

    • Gentile Gnnaro,
      NON vi sono finanziamenti agevolati o incentivi per rilevare attività. Deve pensare di aprirne una nuova.

  21. Buonasera, ho letto i vari post riguardanti i finanziamenti di microimpresa, leggendo sul web ho trovato un sito dove tra le varie voci e specifiche del bando, riporta quanto segue :

    “COSA NON SI PUÒ FARE

    Non potete avviare iniziative che si riferiscono a:

    • produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli
    • commercio
    • trasporti
    e, comunque, relative a settori esclusi dal CIPE o da disposizioni comunitarie.

    Il vostro progetto può essere finanziato fino a un massimo di 129.114 euro.”

    Quindi se volessi aprire un locale con degustazioni/vendita di prodotti tipici non sarebbe possibile richiedere il finanziamento?

    Grazie della disponibilità,
    Iolanda

    • Gentile Sig.ra Iolanda,
      Le dico che se il suo progetto riguarda la somministrazione di alimenti e bevande, con licenza rilasciata dal comune, si configura come un’attività di servizi che può godere dell’opportunità di richiedere i finanziamenti per 129.114€ in forma di società di persona (s.a.s. o s.n.c.). Può fare allo stesso modo richiesta di finanziamenti come ditta indivisuale e richiedere fino a massimo 25.800€. L’iva non è inclusa nei due finanziamenti. Questo vuol dire che bisogna averli già!

  22. salve, vorrei sapere se posso chiedere un finanziamento agevolato per l’imprenditoria femminile per aprire una gastronomia in provincia di padova in un paesino dove non c’è! inoltre vorrei sapere tutto l’iter da seguire dai corsi e licenze da fare a tutto fino alla compravendita dei mobili.

  23. Salve,inanzitutto ringrazio per i preziosi consigli,vorrei solo aggiungere una domanda:immagino non sia necessario essere un cuoco diplomato se si vuole aprire una gastronomia da asporto(io vorrei fare anche a domicilio).Abito in un piccolo paesino alle porte di Milano(5mila abitanti e nessuna attivita’ del genere) e poi e possibile mettere la cucina a vista?
    Grazie
    Annalisa

    • gentile Annalisa, Non occorre essere diplomati per aprire una gastronomia da asporto. Può realizzare la cucina anche a vista; ma sepatate fisicamente da un vetro

  24. Salve, io vorrei sapere se i finanziamenti ci sono solo per le gastronomie oppure anche in altri settori? Io scrivo dalla provincia di cosenza (Calabria). Grazie.

  25. Salve, anche io ho il progetto di aprire una gastronomia-take away, volevo sapere se nella zona di Cagliari (Sardegna) ci sono le stesse possibilità di ottenere un finanziamento come citato negli altri casi!
    Grazie
    Jessica

  26. BUONASERA VOLEVO SAPERE SE CI SONO FONDI PER COOPERATIVE PERCHE MIO MARITO HA UNA COOPERATIVA DA PESCA E IO VOLEVO APRIRE UN TAKE AWAY CIOE DA UNA PARTE VENDO PESCE ANCHE MOLLUSCHI E DALL ALTRA PARTE SI CUCINANO …VOLEVO SAPERE SE CI SONO FONDI GRAZIE

  27. Gentile Veronica, L’imprenditoria femminile, oramai non c’è più. La forma di finanziamento che le posso suggerire è Microimpresa che finanzia a prescindere dall’età e dal sesso (eccetto minorenni, pensionati e ultra sessantenni). Micoimpresa le finanzia l’intero importo (fino a 129.000€) e dovà restituirne solo la metà in 7 anni al tasso agevolato dell’1% circa.

  28. Salve, anche io ho il progetto di aprire una gastronomia-take away, volevo sapere se nella zona di Torino ci sono le stesse possibilità di ottenere un finanziamento come citato negli altri casi!
    Grazie
    Luca

    • Certamente Sig. Luca. Sia in Torino sia in tutta Italia. Per avviare una pratica di finanziamenti, La possiamo seguire anche a nella Sua zona. Per info o contatti 392.3213797. Saluti

  29. buon giorno anche io avevo l’ idea di aprire un take away con piatti tipici regionali e non in friuli, mi conferma gli stessi finanziamenti della sicilia? o degli altri?
    Conosce qualcuno che si possa occupare di tutto anche in friuli?

    cordiamlmente
    andrea

  30. Vorrei aprire un piccolo takeaway in Ortigia, a Siracusa, Sicilia.
    Quali sono i documenti necessari per poterlo realizzare? Potrei usufruire di finanziamenti?
    In attesa di un suo gentile riscontro le porgo cordiali saluti.
    Fersini Luciana.

    • Gentile Sigra Lucia,
      Le cose da fare sono: disporre di un locale con agibiltà, arredarlo, attrezzarlo, renderlo a norma secondo quanto previsto per la sicurezza alimentare. Quando il locale è completo, Presentare la D.I.A. sanitaria con planimetria e relazione tecnico descrittiva del processo produttivo più vari ed eventuali previste dalle disposizioni Regionali. Non diomentichi di interpellare un commercialista per la costituzione della ditta o società e dei vari incartamenti e registrazioni agli uffici preposti. Per quanto riguarda i finanziamenti, per la Sicilia sono previsti quelli di Microimpresa (50% a fondo perduto per un importo massimo di 129.000€). Ribadisco che solo le attività di produzione e dei servizi (ristoranti e Bar) possono usufruirne. é importante che la società di persono non venga costituita prima della presentazione della domanda di finanziamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *