CLICCA SU MI PIACE

Bisogna fare dei corsi per aprire un laboratorio artigianale di pasta fresca per celiaci?



pasta fresca per celiaci

pasta fresca per celiaci

Salve, cercando informazioni su internet mi sono imbattuta nel suo blog e approfitterei della Sua gentilezza per chiederLe qualche informazione. Intanto Le mando qualche informazione, sono una ragazza di 34 anni, sono grafica pubblicitaria freelance e abito in Piemonte, mi interesserebbe aprire un piccolo laboratorio artigianale di pasta fresca per celiaci (in società con una mia amica), il mio obiettivo sarebbe di produrre pasta fresca da distribuire in alcuni ristoranti e da vendere al privato. È possibile ottenere dei finanziamenti a fondo perduto? Siccome la mia sarebbe una piccola impresa femminile, ci sono delle agevolazioni in merito? Bisogna fare dei corsi, visto che si producono prodotti alimentari? La ringrazio ancora per la disponibilità.Marcella


Gentile Sig.ra Marcella,I corsi per produrre alimenti per celiaci non sono obbligatori (salvo diverese disposizioni locali da parte delle ASL). Sono sicuramente raccomandabili al fine di acquisire comportamenti corretti che evitino la contaminazione degli alimenti per celiaci con glutine.

Per Tutte le attività artigianali si possono richiedere i finanziamenti agevolati. Lei o la Sua amica deve avere esperienza in attività analoga?

Legga maggiori informazioni su questa scheda sui finanziamenti a fondo perduto

Cordiali saluti

Per consulenza Dott. Cesare Martino
info@cesaremartino.it Cell. 329.3512283

6 Comments
  1. Salve vorrei un informazione per quanto riguarda l’apertura di un laboratorio artigianale di pasta fresca….Che corso bisogna seguire per poter imparare tutte le tecniche riguardo la produzione? Grazie!!!! Anna.

  2. salve volevo semplicemente sapere se già una persona è in posesso di una gastronomia da esporto e vorebbe inserire dei prodotti x celiaci cosa deve fare…spero di ricevere vostre notizie cordili saluti

    • Gentile. sig Santo, Vendere alimenti per celiaci acquistati da terzi autorizzati comporta la presentazione di una DIA sanitaria all’asl di zona. Se non ha il corso sab per compravendere alimenti, allora dovrà procurarselo, salvo avere i requisiti acquisiti secondo dlgs 114/1998. Deve considerare anche che l’eventuale produzione in loco può comportare molti requisiti spesso insostenibili come avere un altro vano cucina
      Alcune Regioni prevedono la frequenza obblogatoria di un corso per gestione di alimenti per celiaci.

    • Gentile Sig.ra Letizia,
      Deve informarsi presso ASL reparto SIAN (Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione) per sapere se e quando organizzano tali corsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *