CLICCA SU MI PIACE

Cake design: da passione a lavoro. Cosa fare?



torta casalinga

cake design

Gentile Dr. Martino,

vorrei avere alcune informazioni sulle procedure e sulle licenze necessarie per poter vendere prodotti alimentari fatti in casa. Da alcuni anni mi diletto a fare torte decorate, ed è una passione ma mi piacerebbe molto potesse diventare non dico un vero lavoro ma un hobby casalingo anche per chi non è della famiglia. Per quanto ne so io non si può usare la propria casa per vendere alimenti. Il mio quesito è questo: basta mettere su google o facebook la parola cake design e si trovano svariate persone che vendono ” liberamente ” le loro torte, pur non avendo un laboratorio a norma, ora la domanda che mi sono fatta è sono tutte pazze e sfidano la sorte sperando di evitare controlli oppure esiste un modo legale per poterlo fare? la ringrazio immensamente per la sua collaborazione in attesa di sentirLa in merito, colgo l’occasione per porgerLe cordiali saluti.

Gentile Sig.ra,

per svolgere l’attività di produzione e vendita di torte, occorre produrre presso un laboratorio ( possibilmente proprio), a norma di legge, a norma asl e previa autorizzazione sanitaria dell’attività, ora chiamata DIA sanitaria. Il fatto che molte persone svolgano questa attività in modo non regolarizzato (meglio dire abusivo), non vuol dire che sia lecito; anzi! Le sanzioni possono essere abbastanza pesanti. Comprendo che per molti può essere una interessante fonte di reddito vista la disoccupazione che interessa sempre più persone; ma la legge non consente le produzioni casalinghe di torte e qualunque attività di produzione e vendita. Chi lo fa, lo fa a suo rischio e pericolo. Per fare le cose alla luce del sole, occorre regolarizzarsi. Le impellenze burocratiche di una attività di produzione sono molto costose e spesso scoraggiano dal fare il grande salto.

Alcune Regioni hanno regolamentato la produzione in casa di alimenti.

2 Comments
  1. gentile dr.martino,
    sto organizzandomi per aprire un laboratorio di cake design, con produzione di pasticceria americana da consumare immediatamente o da asporto. Avevo intenzione di mettere anche una macchina per caffè per ammortizzare un pò i costi. Ora mi chiedevo, essendo il locale adibito a punto vendita non molto grande, circa 15 mq, non avendo tavolini, ma solo una mensola come piano d’appoggio, è sufficiente il bagno con antibagno solo per il personale?
    grazie

    • Gentile Maria,
      Le attività di produzione generalmente prevedono almeno un bagno ad esclusivo uso del personale. L’attività di somministrazione, anche senza sosta, prevederebbe la disponibilità di un’altro bagno. Le disposizioni sanitarie locali potrebbero prevedere anche un solo bagno; ma può saperlo solo consultando un funzionario asl reparto sian

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *