CLICCA SU MI PIACE

Come muovermi per avviare ristorante pizzeria in Roma?



 

aprire un ristorante

come aprire un ristorante

Salve Dottore,
Io e mia moglie vorremmo aprire un ristorante/pizzeria a Roma (zona Centocelle).
Le sarei grato se potesse fornirmi al riguardo le prime info di dettaglio su come muovermi per avviare tale attività (in particolar modo riguardo ai corsi professionali che sono/siamo tenuti a seguire).
Esiste inoltre la possibilità di richiedere/ottenere finanziamenti a fondo perduto?
La ringrazio per la sua disponibilità, sperando in una sua risposta.
Cordiali saluti, Gaspare

Gentile Sig. Gaspare,

per aprire un ristorante pizzeria occorre il corso di somministrazione di alimentie bevande da effettuarsi presso associazione di categoria. Poi le occorre ottenere la licenza di tipo “A” presso il Comune di Roma. Quando ha ottenuto questi documenti ed ha arredato ed attrezzato il locale, deve presentare una DIA Sanitaria presso ASL del suo distretto. Si rechi presso lo sportello dedicato e richieda i moduli DIA per presenttare la domanda di inizio attività. Potrebbero essere necassari una planimetria del locale, una relazione tecnico descrittiva dei processi di produzione, eventuali certificazioni di emissioni di fumi in atmosfera e valutazioni di impatto acustico, ed altri documenti che le diranno di produrre.
Nell’imminente apertura, deve effettuare, insieme ai suoi dipendenti, il corso per personale alimentarista (per ex libretto sanitario). Lo può effettuare presso una associazione di categoria (in Puglia è possibile effettuarlo in azienda su incarico del titolare). Dovrà inoltre predisporre tutto ciò che riguarda la sicurezza sui luoghi di lavoro, effettuare i corsi di primo soccorso, antincendio ed RSPP. Dovà dotare la struttura di segnaletica ed attrezzature per far fronte ad eventuali incendi.
Ci sono un bel pò di cose da fare e le spese non sono poche.
Per quanto riguarda i finanziamenti agevolati a disoccupati, fino al 2013 è possibile farne richiesta con Microimpresa. Occorrono almeno 6 mesi prima di avere una risposta da invitalia. Occorrono più di 6 mesi per poter ricevere il primo acconto. Ho un collega in gamba di Roma che si occupa di pratiche di finanziamento. Sarà Lei eventualmente a farmi richiesta di un contatto. intanto acquisisca maggiori informazioni su Microimpresa sul seguente link

Cordiali saluti
Dott. Cesare Martino. Tecnologo Alimentare
Manuali HACCP On Line Formazione saniatria Dia sanitaria 329.3512283 – info@cesaremartino.it

10 Comments
  1. Gentile Dottore,

    La ringrazio per le informazioni che mi ha fornito.
    Come Le ho precedentemente spiegato sto per integrare la mia attività di Pub – Ristorante con quella di Pizzeria. Ho presentato la DIA sanitaria alla ASL.
    Volevo sapere se il Manuale dell’Autocontrollo deve essere necessariamente aggiornato al momento dell’apertura, oppure se c’è un periodo entro il quale devo avere tutto a posto.
    Potrebbe inoltre fornirmi delle indicazioni sulle tipologie di analisi da effettuare e sulle relative tempistiche?

    Grazie

    Distinti saluti

    • Gentile Sig.ra Enrica,
      Al momento dell’apertura il manuale haccp deve essere già aggiornato. Il problema non sussiste fino a che non vi sono dei controlli da parte dell’ASL.
      Le eventuali analisi da effettuarsi sono da concordare con il consulente che la segue ed in base alle “richieste” da parte degli organi di controllo.

  2. Gentile Dott. Cesare Martino,

    Le scrivo per avere delle informazioni riguardo la mia attività.
    Gestisco un Pub – Ristorante a conduzione familiare, non ho quindi dei dipendenti.
    Vorrei svolgere anche attività di Pizzeria, ci sono ulteriori obblighi a cui devo adempiere? Oppure basta inserire le procedure nell’attuale manuale dell’Autocontrollo?
    C’è bisogno di effettuare degli aggiornamenti per il corso per Responsabile dell’Autocontrollo che ho effettuato?

    La ringrazio

    Distinti saluti

    • Gentile Enrica,
      Per integrare una nuova produzione, deve presentare nuovamente una DIA sanitaria all’asl di zona competente. Dovrà probabilmente allegare una planimetria con l’esatta disposizione delle attrezzature, ed una relazione tecnico descrittiva del nuovo processo produttivo. deve fare attenzione che la nuova attività non sottragga troppo spazio alla precedente, in quanto la nuova DIA potrebbe essere respinta per ragioni di poco spazio. Poi integrerà anche il manuale haccp col nuovo processo produttivo.

  3. buongiorno
    complimenti per il sito. Esercita anche a Roma e in qual caso dove e quando? Le sottopongo il mio problema:
    sono un chirurgo in pensione che vorrebbe aprire un ristorante in un appartamento di proprietà al piano terra con giardino con accesso diretto dalla strada. Pur avendo tutti i requisiti di spaziatura e disposizione dei locali non si tratta peròdi un locale commerciale. Sarà possibile apririci un ristorante? Nel caso non fosse possibile si potrebbe aggirare l’ostacolo con un’associazione culturale che ha come obiettivo la promozione di una cucina vegetariana a basse calorie?
    grazie prof di paola

    • Se il Suo Locale non è commerciale, può comunque cambiare destinazione d’uso. restano i requisiti igienico sanitari e la presenza dei bagni anche per il pubblico distinto per sesso ed handicappati

  4. Salve, gentile dottor Martino,

    io vorrei tanto aprire una pizzeria/gastronomia e sarei intenzionato ad aprirla in società, richiedendo il prestito di microimpresa. Ma mi sono posto alcune domande alle quali spero lei potrà risondermi.

    La mia idea era di scegliere mia madre come socio, in quanto lei è esperta nella preparazione di pizze, pane e gastronomia tipica siciliana, pur non avendo alcun attestato o esperienza a livello commerciale. La mia domanda a tale riguardo é: premettendo che io non ho alcuna esperienza, può mia madre “aiutarmi” ad essere preso in considerazione per un eventuale prestito, o chi da il prestito tiene maggior conto di chi ha esperienza, scuola e/o corsi specifici?

    Poi vorrei chiederle un ultima cosa. Ammesso che il prestito venga concesso, è possibile impiegare parte del prestito, investendolo per fare pubblicità all’attività (per esempio su giornali locali, cartelloni, volantini, sito web)?

    La ringrazio anticipatamente e le porgo i miei più distinti saluti.

    • gentile Sig. Marco, Chi seleziona tiene maggior conto di chi ha esperienza, scuola e/o corsi specifici. Può richierere dei finanziamenti per pubblicità come spese di gestione del primo anno di attività

  5. Gent.Le Dottore Cesare Martino,
    io e il mio compagno vorremmo aprire una piccola trattoria o rosticceria nei paesi limitrofi a Bari (trani o Corato). Da dove dobbiamo incominciare per realizzare questo piccolo-grande sogno? Non abbiamo una qualifica nel settore alberghiero ma tanta voglia di fare e passione per questo mestiere.
    Esiste la possibilità di richiedere dei finanziamenti a fondo perduto a Bari?
    Grazie anticipatamente,cordiali saluti!

    • I finanziamenti europei agevolati di Invitalia con Microimpresa, sono ancora fruibili previa presentazione di domanda (ben fatta) ed il superamento di un colloquio. entro 6 mesi dalla domanda si avrà una risposta. I finanziamenti arrivano generalmente con qualche mese ulteriore di ritardo. Leggete maggiori informazioni sui finanziamenti a fondo perduto Bisogna individuare un bravo consulente in finanza agevolata. Personalmente conosco un buon consulente che opera su Bari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *