CLICCA SU MI PIACE

Cosa è la Schelf life di un alimento



da consumarsi preferibilmente entro il

schelf-life degli alimenti

Schelf-life di un alimento.

Inizio con il dire che si definisce schelf-life (che in italiano può essere tradotta come “vita commerciale”, “vita di scaffale” o “stabilità durante la conservazione”) di un alimento l’intervallo di tempo durante il quale l’alimento mantiene un livello di sicurezza e di qualità “accettabile”.
Gli alimenti sono molto complessi sia da un punto di vista chimico che biologico. Man mano che passa il tempo, la maggior parte degli alimenti perdono la loro qualità. La qualità è una prerogativa importantissima perché oggi giorno il consumatore è sempre più attento ed informato su questo aspetto. Anticamente, si puntava molto sulla quantità e ben poco sulla qualità. Oggi, invece, le varie aziende alimentari hanno capito che il metodo migliore per fare marketing è puntare sulla qualità. Qualità intesa soprattutto sull’intero processo produttivo. Dal produttore al rivenditore fino a giungere sul tavolo del consumatore finale. La velocità di scadimento di un alimento a livello qualitativo è condizionata dalle condizioni di conservazione
(es. temperatura, umidità relativa,esposizione a radiazioni luminose,ecc).

Perché è importante determinare la schelf-life?

La schelf-life andrebbe sempre calcolata facendo il modo di sviluppare sul mercato nuovi prodotti per ottenere una buona ottimazione e validazione del processo produttivo.
Il termine minimo di conservazione (TMC) applicato anche e soprattutto sull’ elaborazione dei manuali HACCP è la data fino alla quale il prodotto alimentare conserva le sue proprietà, in determinate condizioni di conservazione e temperatura.
Il termine minimo di conservazione va indicato con la dicitura:
“da conservarsi preferibilmente entro il”. Questo quando la data contiene l’indicazione del giorno.

Cosa è la data di scadenza?

La data di scadenza è semplicemente una data oltre la quale l’alimento non è più idoneo al consumo. Questa si applica agli alimenti deperibili sotto il profilo microbiologico e che possono costituire,se alterati, un pericolo per la salute. Questa deve essere preceduta dalla dicitura:
“da consumarsi entro il” (giorno/mese/anno).
Accanto alla data di scadenza devono essere indicate le condizioni di conservazione ed un riferimento alla temperatura di conservazione.
Concludo dicendo che una buona schelf-life deriva anche dal packaging. Il packaging deve assicurare:
protezione dell’ alimento;
igiene dell’ alimento;
deve essere senza modificazioni organolettiche.

Autore dell’ articolo Dott. Emiliano Niro Tecnologo Alimentare Foggia

Cell: 340.4160098 E-mail: Infoemilianoniro@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *