CLICCA SU MI PIACE

Il bar pasticceria deve avere il bagno anche per il personale



Buonasera mi chiamo Amanda e sono un tecnico.
Sono stata incaricata da una signora di eseguire dei lavori presso un bar che è rimasto chiuso per 4 anni.
Esso presenta un locale bar, un bagno adibito a disabili e un laboratorio suddiviso a metà da un tramezzo (quindi diventano 2 laboratori che la signora vorrebbe adibire uno a dolce e uno a salato.La signora vuole puntare soprattutto sulla pasticceria. Le mie domande sono:
devo avere anche una bagno e uno spogliatoio x il personale?
I laboratori andrebbero bene cosi o devo fare qualcosa di particolare?Il bar-pasticceria sarà apero nelle Marche in provincia di Fermo
In attesa di sue risposte porgo Cordiali saluti

Bagni bar pasticceria

Bagni bar pasticceria

Buonasera mi chiamo Amanda e sono un tecnico.

Sono stata incaricata da una signora di eseguire dei lavori presso un bar che è rimasto chiuso per 4 anni.
Esso presenta un locale bar, un bagno adibito a disabili e un laboratorio suddiviso a metà da un tramezzo (quindi diventano 2 laboratori che la signora vorrebbe adibire uno a dolce e uno a salato. La signora vuole puntare soprattutto sulla pasticceria. Le mie domande sono:
devo avere anche una bagno e uno spogliatoio per il personale?
I laboratori andrebbero bene cosi o devo fare qualcosa di particolare? Il bar-pasticceria sarà apero nelle Marche in provincia di Fermo
In attesa di sue risposte porgo Cordiali saluti

Gentile Sig.ra,


Il bar con sola somministrazione di alimenti e bevande, necessita di un solo bagno che va bene sia per gli avventori, adattato per andicappati, sia per il personale. Quando per un bar è previsto anche un laboratorio, il bagno per il personale diventa obbligatorio. Dovrebbe anche verificare se sia necessaria la suddivisione per sesso. Questo vuol dire che dovrà recuperare dello spazio per realizzare almeno un bagno con antibagno ad uso esclusivo del personale.
Non meno importante è il discorso dell’areazione che deve essere naturale in tutti gli ambienti, compreso l’eventuale magazzino.
Nei bagni ed antibagni basta l’areazione meccanica.
17 Comments
  1. Gent.mo Dott Martino, mi scuso per la poca precisione nella precedente domanda…
    E’ proprio il capoluogo di provincia a non avere il regolamento di igiene, secondo quanto mi ha risposto il distretto ASP di appartenenza.
    Grazie, cordiali saluti

  2. Buongiorno, in assenza di un regolamento di igiene che specifichi l’obbligo per i servizi igienici adibiti al Pubblico, nei locali di somministrazione di alimenti, come ci si deve comportare?
    Grazie Cordiali saluti

    • Gentile Sig.ra Rita,
      in assenza di un regolamento comunale di igiene l’ASL generalmente fa riferimento al Capoluogo di Provincia (per lo meno così avviene per la provincia di Lecce). Ad ogni modo chieda conferma al distretto ASL di appartenenza.

  3. Salve, sto progettando un edificio a due piani. Al pt ci sono pasticceria, gelateria e bar con tavoli per sedersi e vorrei sapere se a questo piano basta un bagno per i clienti ed uno per il personale senza distinzione di sesso.
    Al 1°p è previsto il ristorante, ance qui è possibile realizzare un bagno con le dimensioni per disabili ma ambosessi?
    Grazie

    • Gentile Sig.ra Silvia,
      Al piano terra Generalmente un bar gelateria necessita di un bagno clienti (ma senza servizio ai tavoli) ed uno per il personale di unico sesso. Al primo piano la realizzazione di un ristorante necessita di almeno un bagno per il personale di unico sesso e due per i clienti. Se il piano è raggiungibile tramite ascensore anche dai disabili, a mio avviso, è necessario adattare uno dei due bagni anche per i disabili. NB. Queste info generiche vanno sempre verificate con il regolamento comunale di igiene e/o altre normative locali del territorio dell’esercizio

  4. Buongiorno
    Io lavoro in un centro estetico Di una catena molto famosa, abbastanza grande con 10. Cabine e siamo 4 dipendente e 2 tittolare abbiamo un bagno per noi e clienti (che delle volte bisogna fare la coda ) non abbiamo uno spogliatoio e nemmeno armadietto o veniamo già con il camice da casa ( che non e molto igienico) o ci cambiamo in una cabina e la roba la teniamo all ingresso su un spendi abiti voglio solo capire se normale questa situazione grazie

  5. Gli spogliatoi ed i servizi igienici per il personale devono essere dimensionati in base al numero di operatori contemporaneamente presenti;
    In riferimento alla nota sopra citata quali sono i parametri per stabilire se un locale puo essere adibito ad uso spogliatoio?
    grazie

    • Gentile Sig.ra Sara,
      Gli spogliatoi devono rispettare i requisiti minimi di igiene previsti nei regolamenti comunali di igiene come l’altezza minima, le dimensioni minime (amche in base al numero di dipendenti e distinti per sesso), nonchè il tipo di areazione che può essere maturale o anche meccanica. Gli spogliatoi devono avere anche un armadietto a doppio scomparto per ogni addetto.

  6. salve! vorrei che mi fosse chiarito un dubbio!

    sto per aprire una pasticceria/atelier di moda, con annesso laboratorio.
    nel municipio in cui aprirò, le licenze di sommistrazione sono finite, per cui pensavo di fare solo vendita da asporto.
    in questi giorni sto facendo “spionaggio industriale” in alcune pasticcerie (simili a quella che vorrei aprire io) in una di queste, si possono comprare dolci da asporto, oppure si può decidere di sedersi ad un tavolino, e in un angolo del locale, ci si può servire da soli di caffè, the o acqua.

    ora, mi chiedo, per questo tipo di somministrazione serve una licenza apposita? oppure in barba ai controlli si aggira così il problema delle licenze ormai esaurite a roma?

    grazie in anticipo per la risposta!

    • Gentile Francesca,
      Solo le attività di compravendita di alimenti e vebande e quelle di produzione e vendita di alimenti, non hanno bisogno di richiedere la licenza di somministrazione per poter aprire.
      é logico che non è possibile preparare la caffetteria ed affini. Non è possibile fare quello che fa un bar. Si può ovviare il problema con distributori automatici di bevande calde e fredde, accompagnata con la sola vendita di alimenti (presumo in confesione originale) che potranno essere consumati ai tavoli senza alcun servizio. Mi sorge qualche dubbio sulla possibilità di poter far preparare le bevande dai clienti stessi.

  7. Salve, chiedo un aiutino per un mio dubbio. Ho un locale di 60mq da adibire a bar. Ora avendo solo un bagno e nn avendo la possibilità di crearne un secondo, vorrei sapere se esistono degli esoneri nel creare il secondo bagno. Avevo letto una volta che se non si mettono tavolini o sedie per il coinsumo interno si ha la possibilita di non creare questo bagno.

    Grazie mille.

    • Gentile Sig. Alessandro, é possibile, salvo diverse disposizioni comunali e ASL, aprire un bar con sola somministrazione di alimenti e bevande, senza sosta e senza la preparazione di panini ed altro, che abbia un solo bagno da far usare anche ai clienti.

  8. Avrei una domanda….devo aprire panetteria con angolo caffetteria….se io do il caffe a pagamento con lic.somministrazione …ma lo do in tazzina di carta o cialda…e’ vero che posso evitare di fare il bagno per clienti (per il personale e’ anorma ed esistente…..

    • Gentile Giuseppe, Somministrare in tazzine di carta, non la esime dall’avere il bagno da mettere a disposizione degli avventori. La informo che può avere anche un solo bagno per tutti se il bar si limita alla sola somministrazione di alimenti e bevande acquistati da terzi (ad eccezione della caffetteria). Se invece ha un laboratorio che produce alimenti come panini o altro, allora deve avere il bagno distinto per personale e avventori

  9. Salve,volevo aprire un locale adibito a vendita di prodotti di pasticceria e panetteria(surgelati) con metodo self service tramite vetrine con sportelli dall’esterno e apposite pinze (in nord europa esiste gia’),che abbia anche una macchina automatica per caffe’ e frigo bevande,il tutto poi si paga in cassa.Dopo chi vuole puo’ sedersi al tavolo o imbustare il tutto e andar via.La domanda e’,in questo scenario basta una licenza di laboratorio o serve altro? La ringraqzio anticipatamente per la risposta.

    • Gentile Francesco, l’attività di cui mi parla non è nè un laboratorio nè un’attività di sommonistrazione; ma semplicemete una attività commerciale per la quale non occorre licenza per aprire. Per aprire occorre presentare la DIA Sanitaria alla ASL di zona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *