CLICCA SU MI PIACE

Nel mio ristorante posso produrre la marmellata?



fare la marmellata nel ristorante

Fare marmellata nel ristorante

Buonasera,

volevo gentilmente chiederLe se nel mio ristorante posso produrre la marmellata..
Non da vendere in vasetti naturalmente,ma da proporre ai tavoli con una degustazione formaggi..
Ho alcuni dubbi in merito,e non so per esempio se per fare questo devo richiedere una autorizzazione particolare,o aggiungere qualcosa al mio haccp.
La ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.

Letizia

 

Gentile Letizia,
Il processo di produzione di marmellata è abbastanza diverso dalla normale produzione di un ristorante e si configura molto probabilmente come una produzione dolciaria che, a mio avviso, andrebbe comunicata all’ASL di zona con DIA sanitaria. Nella realzione tecnico descrittiva và riportato  il processo produttivo nelle sue fasi e quali rischi sono associati alla nuova produzione e come saranno prevenuti.

Non è detto che la semplice presentazione della DIA sanitaria sia sufficiente per poter operare. Può accadere che per essere autorizzati occorre un ambiente o zona apparte, o che si dichiari che il processo non va ad interferire con le restanti produzioni.

Le modalità di produzione, i rischi igienico sanitari, i controlli eventuali e quant’altro attiene il nuovo prcesso produttivo, vanno ad integrarsi al manuale haccp.

Suggerisco sempre di consultare l’ASL o un consulente locale prima di intraprendere azioni

Dott. Cesare Martino Tecnologo Alimentare Lecce

Manuali haccp on line Formazione Sanitaria

2 Comments
  1. Potrebbe essere più chiaro? È possibile o no produrre marmellate all’interno del proprio ristorante con lo scopo di vendita?

    • Gentile sig.ra Maria.
      In via generale si può fare (ho fatto autorizzare un mio ristorante cliente per la produzione di marmellate). La risposta tuttavia non può mai essere si o no in quanto tutto dipende da molti fattori come ad es. Dimensioni sufficienti della cucina per poter ricavare una zona o vano dedicata, adeguata relazione tecnico descrittiva del processo produttivo, regolamenti asl e regolamenti comunali di igiene che lo consentano o perlomeno che non lo vietino. Consulti il suo consulente HACCP per il supporto tecnico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *