CLICCA SU MI PIACE

Quali sono le procedure per aprire un chiosco bar in provincia di Lecce?



quali documenti preparare per aprire un bar Buongiorno,
Sto cercando informazioni riguardo all’apertura di una bar ed ho incontrato il suo ottimo sito.
Le spiego la situazione: con un amico vorremmo prendere in gestione un chiosco-bar ( di una decina di metri quadri) sito in un parchetto nella zona di Specchia-Lucugnano in provincia di Lecce, sia il chiosco che il terreno è di proprietà di un’associazione locale che per abitudine da il locale in gestione gratuita chiedendo la manutenzione del parco. Ora vorremmo avere informazioni riguardo le modalità di apertura, le norme da osservare, i requisiti richiesti e anche per quanto riguarda le licenze ( anche se leggo sul suo stesso sito che non esistono più). Nella sostanza vorremmo conoscere la procedura per iniziare l’attività…
la ringrazio anticipatamente.

Gentile sig.

Se il chiosco bar ha già la licenza di soministrazione (come credo che sia se è di proprietà del Comune) allora lei, o il suo socio, deve frequentare il corso per la somministrazione di alimenti e bevande presso associazione di categoria. Regolarizzare la propria posizione societaria, previdenziale e contributiva; deve Frequentare il corso haccp per ex libretto sanitario. Farsi redigere il manuale haccp da un consulente tecnologo alimentare, eventualmente provvedere agli adempimenti per la sicurezza sui luoghi di lavoro e alle norme antincendio.
L’apertura del chiosco deve essere preceduta dalla presentazione di una DIA Alimentare presso ASL di Zona. Si informi sulle modolatà di presentazione rivolgendosi presso ASL Reparto SIAN.
Per quanto riguarda il chiosco, date le ridotte dimensioni, deve limitarsi alla sola somministrazione di alimenti comprati e pronti al consumo da altri fornitori autorizzati. Se poi dispone di un solo bagno, deve essere messo a disposizione anche dein clienti. Se ne ha di più, può anche pensare di organizzarsi per la somministrazione ai tavoli, se il comune e l’asl lo prevedono nel suo caso.

Per quanto mi compete a distanza, La posso assistere per la realizzazione del manuale haccp.
Dott. Cesare Martino info@cesaremartino.it

4 Comments
  1. Buona sera, avrei bisogno di porle alcune domande. nel mio paese (provincia di Agrigento) hanno da poco ristrutturato la villa comunale, ho saputo che stanno facendo un piano regolatore per la realizzazione di un chiosco all’interno di essa. considerando il fatto che si dovrebbe realizzare completamente e non appena terminati i lavori, si dovrebbe gestire, vorrei capire, che documentazione occorre prima per la realizzazione e dopo per la gestione di un chiosco??? considerando il fatto che l’autorizzazione del comune già è praticamente sicura? la ringrazio in anticipo per la sua attenzione, e sicura di una sua pronta risposta, porgo distinti saluti. Simona!

  2. Salve,vorrei gentilmente porle un paio di domande: sono interessato a prendere in gestione un chiosco al mare (praticamente il bar di una spiaggia). È vero che se siamo tre soci, il patentito di somministrazione bevande e alimenti è sufficiente che ce l’abbia soltanto uno di noi? Oltre a tale documento,(e all’iscrizione alla camera di commercio,INAIL, Irpef e iva), di cosa dobbiamo munirci? La ringrazio anticipatamente per il suo tempo dedicato, coordialmente, alex

  3. salve vorrei chiederle alcune informazioni.
    sono il presidente di una associazione sportiva abbiamo in gestione dal comune di ortona una pista di minimoto ,ho acquistato una casetta prefabbricata in legno 4 x 4 e vorrei adibirla con una piccola cucinetta con 3 fornelli un lavello un banchetto da lavoro un frigorifero ed una braceria, e nella parte dell’ingresso ad un piccolo bar per la somministrazione di bevande tutte le stoviglie sono mono uso, tutto rigorosamente per un servizio a ad i nostri soci,le bevande verranno consegnata con una apertura nella parte della finestra con un relativo piano nella casette ci entrerei io ed un paio di soci, che autorizzazioni mi occorrono?
    grazie alessandro

    • Gentile Sig. Alessandro,
      l’attività va autorizzata con DIA sanitaria all’SL di zona. Si accerti che le dimansioni del prefabbricato siano sufficienti per tutte le tipologie produttive previste. Esiste un bagno per i dipendenti? Quale bagno useranno i cliennti?
      Lei o uno dei suoi soci, dovrà fare il corso di somministrazione alimenti e bevande e il corso per il commercio di alimenti più corso HACCP (ex libretto) per tutti i dipendenti dell’attività, corsi per la sicurezza sul lavoro, Manuale HACCP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *