CLICCA SU MI PIACE

Come si calcola la data di scadenza di un alimento?



quanto tempo conservare

Data di scadenza

Salve,

vorrei un parere da un esperto riguardo il riciclaggio o meglio la trasformazione dei prodotti prossimi alla scadenza. Mi spiego un prodotto con una shelf life indicativa di 12 mesi può essere immessa in lavorazione il 10 mese come ingrediente in quantita del 50% ? Il prodotto così ottenutò potrà avere, a sua volta, una scadenza di 12 mesi dalla trasformazione? se si perchè?

Es. ho una crema al cioccolato prossima alla scadenza la impiego per un ripieno insieme a panna e nocciola e ottengo un ripieno per un wafer

Fiduciosa di una sua risposta , la ringrazio Giovanna

Gentile Sig.ra Giovanna,

Il prodotto che è in via di scadenza, per quelli che sono i suoi scopi, è da considerare come un semilavorato o un ingrediente; per tale motivo, pur essendo prossimo alla data di scadenza, non è di fatto scaduto; quindi è idoneo ad essere impiegato (non per forza al 50%). La miscelazione di semilavorati è comunque un strumento usato ed usabile per migliorare le caratteristiche intrinseche e legali degli ingredienti. Ciò che conta veramente è che i suoi prodotti siano sicuri per il consumatore fino all’ultimo giorno di conservazione riportato in etichetta. La durata dipende dalle sue caratteristiche intrinseche del prodotto e dal processo di trasformazione e confezionamento che ha subito. La data scadenza sarà Lei a deciderla anche sulla scorta di analisi microbiologiche che potrà fare effettuare da un laboratorio e sulla misurazione dell’attività dell’acqua (aw) che deve essere sufficientemente bassa da impedire la crescita di batteri patogeni e deterioranti.

Dott. Cesare Martino Tecnologo Alimentare

2 Comments
  1. Salve,
    avevo bisogno di sapere come poter calcolare la scadenza di un petto di pollo cotto a vapore e successivamente confezionato sottovuoto, visto che da mie ricerche la scadenza è basata anche a mia discrezione. Il problema è nato perchè dopo un controllo dell’ASL in cui mi veniva contestato questo tipo di valutazione di scadenza, calcolando che io porto la cottura del prodotto al cuore a 68° C raffreddato e confezionato assegnavo una scadenza di 30/35 giorni. La mia scadenza è calcolata in base ad un esame olfattivo del prodotto.
    In attesa di risposta, distinti saluti.

    • Gentile Sig. Roberto.
      Il miglior dato è quello che si ha dall’analisi microbiologica dell’alimento nel giorno di scadenza. I limiti microbiologici di riferimento sono indicati nel regolamento ce 178/02.
      Per alimenti a lunga conservazione neglio ricorrere a test microbiologici di conservabilità accelerati.
      Bisogna rivolgersi ad un laboratorio accerditato per effettuare tali analisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *