CLICCA SU MI PIACE

Un negozio di vicinato può richiedere l’autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande?



negozio di vicinato con somministrazione

negozio con somministrazione

Salve, un negozio di vicinato può richiedere l’autorizzazione per la somministrazione di alimenti e bevande ? premetto che per asl il locale è a norma bagni ecc…Il vigile dice che devo fare o una o l altra cosa.
saluti
Davide

Gentile Sig. Davide,

Se la struttura che ha dispone di un bagno per i clienti/handicappati, allora ha i requisiti struturali per richiedere al comune la licenza di somministrazione di alimenti e bevande. Se esercita da più di 2 anni, ha acquisito di diritto anche i requisiti professionali per la somministrazione.

Si informi presso l’ufficio delle attività produttive del comune e non chieda al vigile. Ho già alcuni clienti che svolgono le due attività insieme. Deve naturalmente presentare una dia sanitaria all’ASL una volta ottenuta la licenza.

Mi risulta che una attività può avere contemporaneamente più codici ateco. Chieda conferma al suo commercialista

2 Comments
  1. Gent.le Dott. Martino,

    Con la presente volevo chiederle gentilmente alcune informazioni per aprire una paninoteca da asporto a Roma.
    Il comune e la camera di commercio mi hanno dato informazioni discordanti in merito.

    Vorrei sapere:

    1 – La paninoteca da asporto (acquisteremo pane e materie prime da fornitori e creeremo noi i panini) quindi senza cucina, e’ da considerarsi somministrazione di alimenti e bevande?
    Quindi soggetta a licenza?

    2 – Nel caso io non avessi bisogno di licenza mi basterebbe quindi semplicemente fare la Scia commerciale al municipio per aprire? Oltre alla Dia sanitaria ovviamente!

    3 – Nel caso io invece volessi vendere pane e prodotti di forno sfusi ma acquistati da fornitori ho bisogno Della licenza? Devo necessariamente ottenere l ex rec anche se sono sfusi e non confezionati?

    La ringrazio anticipatamente per la cortesia e l’aiuto.
    Le auguro una buona serata.
    Cordiali saluti
    Tiziano Battaglia

    • Gentile Sig. Tiziano,
      la produzione e vendita di panini equivale ad attività artigianale e quindi non soggetta a licenza di somministrazione. Per aprire deve presentare sia la SCIA al comune sia la DIA sanitaria all’ASL di zona.
      Alla terza domanda, per rivendere alimenti acquistati da terzi non ha bisogno di alcuna licenza; ma dovrà comunque frequentare il corso ex rec se non ha i requisiti di esenzione previsti dal d.lgs 114/98 art. 5.
      Può frequentare il corso EX REC anche da casa. Per saperne di più veda pure su CORSO SAB ONLINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *