CLICCA SU MI PIACE

Vendere in dropshipping alimenti, Adempimenti haccp



requisiti haccp per commercio elettronico

vendere in dropshipping on line

Salve, stiamo per avviare un’attività di rivendita alimentare on-line.
Al momento vorremmo vendere in dropshipping materiale fresco e direttamente con stoccaggio interno di materiali non deperibili.

Mi può indicare se ci sono specifici adempimenti da seguire, ed eventualmente predisporre un’offerta per la realizzazione del manuale Haccp e per la sua consulenza in merito, qualora ne fossimo soggetti? Quanto tempo puo’ essere necessario per realizzarlo? E’ sufficiente il manuale o sono necessari altri accorgimenti, come la presenza di un magazzino certificato e personale con REC?

Gentile Sig. D.

Commercio in dropshipping, vuol dire vendere on line alimenti prodotti da altri e guadagnare sulla provvigione. In questo modo gli alimenti non vengono materialmente gestiti dal rivenditore, il qule si limita a passare l’ordine del cliente al produttore; quest’ultimo spedirà al cliente la merce acquistata.

Le attività che commercializzano alimenti, anche in forma di dropshipping, debbano denunciare l’attività tramite DIA Sanitaria presso ASL dove insiste la sede legale.
Se non gestisce fisicamente alimenti non è necessario avere un manuale haccp e viceversa (a prescindere che gli alimenti siano deperibili o meno). Mi pare di capire che gestirete materialmente del materiale alimentare non deperibile. In questo caso Vi occorerà il manuale haccp con procedura di tracciabilità inclusa.
Resta un dubbio sulla tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti venduti per intermediazione. Chi la garantirà? La Sua Azienda o il Suo fornitore?
In ogni caso è una questione superabile. Se la Sua Azienda gestirà i lotti sarà opportuno aggiungere la procedura nel manule di rintracciabilità con relative schede di registrazione.
Il costo del manuale haccp è di € 220,00 più ritenuta d’acconto (55,00€) per la prima realizzazione. Il locale di deposito deve avere agiblità commerciale. La planimetria del locale va inserito nella DIA sanitaria. Il titolare deve aver effettuato il corso per il commercio di alimenti presso una associazione di categoria. Per i tempi di consegna del manuale occorrerenno 2-3 giorni lavorativi.

Dott. Cesare Martino tecnologo alimentare
Cell: 329.351223 info@cesaremartino.it

6 Comments
  1. Buongiorno, mi associo al commento precedente, essendo l’argomento interessante e intricato.
    Per la vendita di generi alimentari con il dropshopping SENZA FARE MAGAZZINO (raccogliendo ordini e soldi, girando poi gli ordini ai produttori che spediranno la merce ai clienti finali), al rivenditore occorre avere un MANUALEHACCP?
    La ringrazio se riuscirà a sciogliere questo dubbio, condiviso da molti.

    • Gentile Sigra Anne,
      Al gestore del Dropshopping non occorre il manuale HACCP. Tuttavia è preferibile avere una gestione degli ordini per consentire la tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti venduti. Coordini tale gestione con i suoi fornitori.

  2. Buongiorno.
    L’articolo è interessante, complimenti. Avrei però un dubbio di cui non ho trovato risposte in nessun sito.
    Se io vendo in dropship generi alimentari, con un mio sito in cui raccolgo ordini e soldi, girando poi ordini ai produttori che spediranno la merce ai clienti finali… chi è legalmente responsabile a livello “sanitario” degli alimenti e della loro spedizione? Insomma, se un formaggiaio spedisce un formaggio ad un mio cliente e il cliente si prende una colica o roba simile (o magari peggio), chi ci va di mezzo, il produttore o io, che neanche ho visto la merce?
    Graie, credo che la questione interessi a molti.

    • Salve,
      La domada è interessante e non è facile dare una risposta esauriente o completa; anche perchè sono plausibili diverse ipotesi e scenari.
      Innanzitutto stipulerei un contratto che esoneri dalla responsabilità di eventuali danni cagionati dall’alimento non conforme da parte della ditta produttrice.
      Non gestendo Lei direttamente i prodotti, non dovrebbe risponderne Lei direttamente; tuttavia non credo che tale situazione La esoneri da tutte le eventuali responsabilità.
      Se il cliente finale ha avuto problemi co uno o più prodotti perchè scaduti, di cattivo sapore, infestati, alterati o non rispondenti alla descrizione, ecc., credo che contatti Lei per primo per avere da Lei una risposta e provveda sempre Lei alla risoluzione del problema.
      Lei dovrà essere in grado di dare una risposta al cliente che potrebbe citarLa in giudizio in quanto unico e solo referente. Lei, a sua volta, potrà eventualmente fare lo stesso con il suo foritore anche e soprattutto in virtù di un buon contratto che la tuteli.
      A mio avviso è utile che riceva dal fornitore sempre una copia di un documento di consegna che contenga anche il lotto della merce inviata al fine di soddisfare i requisiti di legge sulla tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti

  3. Buon giorno. Apprezzo molto anche io la sua risposta. Vorrei essere più certa che io come azienda straniera con clienti in italia sono in regola. Dobbiamo ancora partire con l’attività. Adoperiamo con un rapresentante fiscale per versamenti di iva e vendiamo soltanto ai privati per via di internet vendendo carni freschi.
    Un macellaio ci fattura, che poi spedisci ad un altro macellaio ancora che fa pezzeture e confezioni e consegna al corriere facendo un altro fattura a noi per i suoi servizi. Noi facciamo fattura al cliente. Non veniamo in contatto con la merce pero assumiamo responsabilità reclami, mancata consegna, assicurazione su spedizione ecc. Il macellaio oggi mi ha detto che fa fattura per lavorazione, dissosatura, confezione. Che in fatti, e quello che fa. Noi lo consegnamo packing slip, etichette, e documenti di trasporto per il corriere. Ce qualcosa che non ho capito. Serve ulteriori autorizzazione? Naturalmente tutti i necessari documenti certificazione veterinaria andranno incluso dove richiesta per la spedizione. La ringrazio molto per l’auito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *