Qual’é la Normativa ASL per BAR?

imagesMi viene spesso fatta questa domanda da parte di coloro i quali vogliono aprire un bar. Qual’è la normativa ASL per aprire un bar? Gli interessati vorrebbero sapere a quale normativa fare riferimento e spesso si ritiene che vi sia una normativa ASL alla quale fare riferimento. In realtà l’ASL non può legiferare ma far rispettare le volontà del legislatore locale, Regionale, Nazionale ed Europea.

La normativa europea col Reg. CE 852/04 e tutta quella italiana dettano i requisiti generali in materia di igiene degli alimenti e generalmente non fa mai riferimento a numeri e dimensioni.

La normativa locale o per meglio dire, comunale, con il regolamento comunale di igiene, entra più nello specifico per ciò che riguarda i requisiti, le dimensioni, ecc. per le varie tipologie di attività. Ciò vuol dire che per aprire un bar è bene fare riferimento al regolamento comunale di igiene per sapere quali sono i requisiti igienico sanitari necessari per aprire un bar a norma.

I funzionari ASL verificano che le attività di bar abbiano rispettato tutte queste normative.

Il Barman che vuole aprire un bar deve scegliere il locale più adatto alle proprie esigenze e rivolgersi a bravi tecnici che lo aiutino a rispettare la normativa vigente ed al contempo avere la possibilità di poter somministrare la maggior tipologia di alimenti ed aumentare le opportunità di vendita e, quindi, di guadagno.

 

Per aprire un panificio serve la licenza?

Per aprire una laboratorio di panificazione con forno a legna o normale, non ci sono più le licenze. è possibile ricevere i finanziamenti a fondo perduto.

aprire un panificio
aprire un panificio

Quali sono i permessi per aprire un panificio, Per aprire un panificio serve la licenza?

Il decreto N. 233/2006, articolo 4, abroga la norma che disciplinava la concessione delle licenze. Questo vuol dire che è possibile aprire un panificio o un aprire un forno senza bisogno di nessuna licenza.

Ora basta presentare una SCIA ALIMENTARE al comune di appartenenza, come una qualunque attività alimentare.

Non è necessario avere il corso ex REC per aprire un panificio se non  si ha intenzione di vendere alimenti pronti e confezionati acquistati da terzi.  Per vendere alimenti acquistati da terzi, occorre fare il corso per il commercio. Il d.lgs 59/2010 ART. 71 indica quando si è esentati dal corso SAB EX REC.

Per frequentare il corso SAB ONLINE potete visitare http://www.cesaremartino.it/corsi-sab-online

Per consulenza per aprire un panificio, per il lay-out attrezzature e statrup, per implementare la parte burocratica e tecnica,


Dott. Cesare Martino Tecnologo Alimentare Lecce. CONSULENZA al 3293912283

Paninoteca con posti a sedere, si può fare?

Paninoteca da asporto
Paninoteca da asporto

Gentile dr. Martino, vorrei aprire in provincia di Napoli un locale di paninoteca con salumi e formaggi, tutto rigorosamente freddo. Il locale che ho trovato è artigianale e ha un solo bagno con antibagno. Io ho conseguito il corso Rec nel 2013. La domanda è: posso preparare panini freddi come una salumeria e vendere bibite ai clienti che da soli si andrebbero ad accomodare ad un tavolo per consumare in loco? Premetto che non effettuerei servizio assistito ne darei ai clienti stoviglie a rendere ma solo monouso. Insomma, in base alla legge regione campania n.1 del 9 genn 2014 art.6, posso prepare panini e venderli ai clienti che consumerebbero immediatamente in loco senza servizio? Posso avere quindi tavoli e sedie?
La ringrazio anticipatamente

Salve,

Avendo un solo bagno, che non può condividere coi clienti, non può aprire una paninoteca come la intende Lei; le suggerisco quanto segue, Leggi tutto “Paninoteca con posti a sedere, si può fare?”

Corso HACCP ONLINE personale alimentarista da €35

Corso di formazione del personale alimentarista secondo il regolamento reginale della Puglia. ex libretto sanitario per macelleria alimentari pasticceria salumeria gelateria rosticceria panificio gastronomia

CORSO ED ESAME HACCP ONLINE AL 100%.

  • Rischio Basso 1, 8 ore.  Consigliato per: promoter, aiutanti, ecc…

  • Rischio Medio 2,  12 ore. Consigliato per: cameriere, barman, ecc…

  • Rischio Alto 3, 12 ore. Consigliato per: titolare, cuoco, addetto mensa, ecc…

 

Costo del corso Tutto incluso

35€ per Rischio basso per i dipendenti

40€ Rischio Alto per il titolare.

I corsi HACCP online al 100% sono validi in base a: Sentenza del TAR Campania  Sentenza del TAR Lazio 

Tutti i dipendenti, titolari compresi, sono obbligati per legge a possedere il suddetto requisito.  Sanzioni fino a € 6.000 per il titolare.

E’ consigliato sostenere un corso di maggiori ore se nel futuro si prevede un cambio di mansione.

IL  CORSO HACCP ( EX LIBRETTO SANITARIO) Obbligatorio secondo Reg. CE n. 852/04. Il corso haccp online fornisce ai dipendenti le capacità pratiche per manipolare  in modo corretto  gli alimenti.

La durata dell’attestato haccp cambia da Regione a Regione e VA RINNOVATO alla sua scadenza.

 

 

VERIFICA QUANTO DURA L’ATTESTATO HACCP NELLA TUA REGIONE

Richiedi maggiori informazioni sul corso HACCP e come fare per iscriversi 

Chiama IL 3496221382 Dott.ssa Eva De Guz o scrivi a eva@formazione-online.it

Ti serve il requisito SAB per somministrazione e commercio alimenti e bevande? Per INFORMAZIONI CLICCA SU IMMAGINE

 

Da pizzeria da asporto a pizzeria con somministrazione. Che fare?

pizzeriaSalve Dr. Martino,

a Cerro Maggiore (Milano) ho 1 locale, fronte strada, con 2 enormi vetrine. I mq., in totale, erano 70 mq. con 2 bagni. Per facilitare l’affitto ho ritenuto opportuno dividere esattamente in 2 il locale, 35 + 35 mq, entrambi con 1 bagno. 2 anni fa ho trovato 1 pizzaiolo che ha aperto regolarmente l’attività di asporto pizza prodotta nel locale con abbattitore dei fumi. L’attività va bene, troppo bene e l’inquilino pizzaiolo si vuole ingrandire facendo abbattere, a sue spese, il muro interno divisorio. Il Comune, interpellato, dice che se si abbatte il muro divisorio , però, la pizzeria d’asporto diventa Ristorante con tavoli e sedie da installare. si passa ad altra normativa. Vorrei aiutarlo ma non so cosa fare per fare in modo che sia tutto legale e a norma di legge. Mi è stato detto che, dopo 2 anni di regolare attività la pizzeria d’asporto può avere la qualifica di Ristorante ma non so come muovermi e cosa fare. Che legge al riguardo devo citare nei documenti da presentare ? Mi può dare 1 mano, per cortesia? La ringrazio.

 

Gentile SIg. Michele,
l’attività che esercita ora il pizzaiolo è di tipo artigianale e necessita di un solo bagno e non  può Leggi tutto “Da pizzeria da asporto a pizzeria con somministrazione. Che fare?”