CLICCA SU MI PIACE

Normative per il commercio elettronico



La normativa per il commercio elettronico è ancora poco chiara. Il Decreto Bersani accomuna il C.E. alla vendita per corrispondenza o a distanza. Certo è che bisogna avere gli stessi requisiti presonalie professionali che sarebbero richiesti per le normali attività.

Per approfondire l’argomanto, Consultare il seguente articolo sul commerio elettronico

CONSULENTE HACCP E FORMAZIONE EX LIBRETTO SANITARIO, MANUALE RISCHIO DA LEGIONELLA NEI SEGUENTI COMUNI Acaia, Acquarica del capo, Acquarica di lecce, Alessano, Alezio, Alliste, Andrano, Aradeo, Arnesano, Bagnolo del salento, Barbarano del capo, Boncore, Borgagne, Botrugno, Calimera, Campi salentina, Cannole, Caprarica di lecce, Carmiano, Carpignano salentino, Casamassella, Casarano, Castiglione, Castri di lecce, Castrignano dì, greci, Castrignano del capo, Castro, Castro marina, Castromediano, Cavallino, Cerfignano, Chiesanuova, Cocumola, Collemeto, Collepasso, Copertino, Corigliano d'otranto, Corsano, Cursi, Cutrofiano, Depressa, Diso, Felline, Frigole, Gagliano del capo, Galatina, Galatone, Gallipoli, Galugnano, Gemini, Giuggianello, Giuliano di lecce, Giurdignano, Guagnano, Lecce, Lequile, Leverano, Lido conchiglie, Lizzanello, Lucugnano, Magliano, Maglie, Marina di leuca, Marittima, Martano, Martignano, Matino, Melendugno, Melissano, Melpignano, Merine, Miggiano, Minervino di lecce, Monteroni di lecce, Montesano salentino, Montesardo, Morciano di leuca, Muro leccese, Nardì, Neviano, Nociglia, Noha, Novoli, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Parabita, Patù, Pisignano, Poggiardo, Porto cesareo, Prisicce, Racale, Ruffano, Ruggiano, Salice salentino, Salve, San cassiano di lecce, San cesario di lecce, San dana, San donato di lecce, San foca, San pietro in lama, San simone, Sanarica, Sannicola, Santa caterina, Santa cesarea terme, Santa chiara di nardì, Santa maria al bagno, Scorrano, Secli, Serrano, Sogliano cavour, Soleto, Specchia, Specchia gallone, Spongano, Squinzano, Sternatia, StrudZSupersano, Surano, Surbo, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Torre cesarea, Torre dell'orso, Torre lapillo, Torrepaduli, Trepuzzi, Tricase, Tricase porto, Tuglie, Ugento, Uggiano la chiesa, Vanze, Vaste, Veglie, Vernole, Vignacastrisi, Villa baldassarri, Villa convento, Vitigliano, Zollino, Presicce
2 Comments
  1. Gentile dott. Martino,
    vorrei aprire un e-commerce di prodotti tipici alimentari e mi interessava sapere quali norme deve rispettare il deposito di questi prodotti. I prodotti sono vino, olio, tartufi e sono tutti confezionati e molti conservati sott’olio.

    • Gentile Sig. Giuseppe,
      Per il deposito di alimenti a norma, occorre rispettare le norme comunali di igiene in tema di requisiti ninimi strutturali ovvero: altezza (generamente minimo tre metri); areazione (1/8 o 1/16 rispetto alla superficie calpestabile). Il locale deve avere agibilità commerciale e l’attività deve essere dichiarata all’ASL con DIA sanitaria ed al Comune tramite SCIA.
      Restano assodati gli altri obblighi in tama di manuale haccp, tracciabilità ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *