Le dimensioni minime di una cucina sono tassative?

dimensioni minime di una cucina di una braceria

Dimensioni minime braceria

Buongiorno, vorrei aprire un locale bar griglieria, vorrei sapere se e’ possibile cucinare alla piastra carne e verdureanche se la cucina non raggiunge le dimensioni di 20mq ovviamente con cappa aspirante e tutto il necessario a norma

Salve, Generalmente 20 mq sono il minino richiesto per la cucina di un ristorante. Per una attività come una girglieria, le dimensioni minime sono inferiori a 20 mq. E’ tuttavia sempre consigliabile consultare prima l’ASL o un tecnico di zona che conosce le disposizioni in merito.

La normativa non fa mai riferimento a dimensioni minime per le varie tipologie di attività; Continue reading

Aprire un’attività alimentare di commercio di alimenti

corriere per trasporto pane

commercio di alimenti

Per avviare un’attività generalmente occorre:
1.
Possedere i requisiti morali e, nel alimentare, anche quelli professionali come previsto dall’ art. 5 D.lgs. 114/98 per commercio di alimenti o per la somministrazione di alimenti e bevande (corso ex rec o corso sab ).

2.
Scegliere (consultandosi con un commercialista) la forma giuridica più appropriata alla tipologia di azienda (società capitali o di persone). Continue reading

Come aprire un panificio con produzione e vendita di gastronomia

autorizzazione sanitaria per aprire una friggitoria da asporto

Aprire un panificio con gastronomia

Il panificio si toglie di dosso il vecchio concetto di luogo ove si possono acquistare articoli di panetteria per fare spazio a nuove opportunità di vendita ed intrattenimento come la vendita e consumo di gastronomia, piatti caldi, caffetteria e quant’altro.

Un nuovo concetto di panificio che consente di superare la crisi e di incrementare le vendite. Continue reading

interpretazione del Dlgs. n° 193 del 24/11/2007

Con l’entrata in vigore del Dlgs n°193/2007 sono state abrogate una serie di leggi nazionali che hanno avuto origine dal recepimento di Direttive Europee che fino ad ora hanno “governato” in tema di H.A.C.C.P. (con l’ex Dlgs n°155/97) e di controlli ufficiali (con il D.lg. 123/93). Nel 2004 la Comunità Europea ha emanato i Reg. CE 852/04, in materia di sicurezza alimentare, e Rec CE 882/04 in tema di controlli ufficiali.

La “vecchia” Autorizzazione Sanitaria, è stata definitivamente messa da parte. Ora, secondo l’articolo 6 del Reg. CE n° 852/04, bisogna presentare la cosiddetta D.I.A. (Domanda di Inizio Attività) per tutte quelle situazioni che prevedevano l’autorizzazione sanitaria (apertura di attività, aggiunta o modifica di processi produttivi, ecc.).

Il Decreto 193 pone nuove importi e nuove regole in tema di sanzionamento. Continue reading

Finanziamenti per aprire una attività alimentare

Aprire un bar, o qualunque attività alimentare, è un investimento spesso non bassissimo. Elementi come la ristrutturazione dello spazio e il suo arredamento, così come l’eventuale acquisto di un bar già aperto, sono spesso molto più cari di come ci si aspetterebbe. A volte sia la voglia di sognare sia alcune pubblicità non proprio trasparenti ci fanno pensare che aprire un pubblico esercizio sia questione di poche migliaia di euro, che magari arriveranno da qualche azienda e da fantomatici finanziamenti a fondo perduto. Continue reading