MANUALE HACCP SEMPLIFICATO

piano di sicurezza alimentare

Le procedure semplificate sono state abolite con l’abrogazione del D.lgs 155/1997 grazie al D.lgs 193/2007. Le procedure semplificate non ci sono più per la maggior parte delle Regioni che hanno preferito lasciare in vigore la normativa Europea (Reg CE 852/2004). Una forma di manale haccp semplificato può essere lo stesso applicato asseconda della tipologia di attività e del rischio alimentare associabile.
Per ciò che concerne la gestione dei manuali, resto sempre dell’avviso che sia possibile lo stesso avere una gestione semplificata del sistema haccp (e in effetti applico una gestione semplificata per molte tipologie di attività alimentari) mediante un minor numero di schede da compilare. I cosiddetti punti critici di controllo CCP, devono essere monitorati e devono avere una scheda di registrazione.
Chi ha una panetteria o una qualunque attività alimentare, si ritrova spesso a dover compilare quotidianamente diverse schede, come la scheda delle temperature, del ricevimento merci, delle pulizie, ecc.
In realtà in Italia esisteva la possibilità di applicare le cosiddette Procedure Semplificate per le piccole attività “a basso rischio” come i panifici (ma anche bar, pizzerie, ristoranti, pasticcerie, gastronomie, gelaterie, ecc).
Questo sistema di gestione semplificato aveva il vantaggio di ridurre enormemente le scheda da dover compilare.

 

Indicazione degli allergeni in etichetta e nei menù

Allergeni negli alimenti

Allergeni negli alimenti

Il 13 dicembre 2014 entra in vigore un nuovo obbligo per tutte le aziende alimentari: l’indicazione in etichetta e nei menù della presenza di allergeni. Tale obbligo è stabilito dal regolamento CE 1169/2011 in materia di etichettatura degli alimenti.

La novità sta nel fatto che anche le piccole attività commerciali ed artigianali come i bar, ristoranti, pizzerie, e qualunque attività che venda al pubblico alimenti sfusi o prodotti in loco, devono EVIDENZIARE  nell’elenco degli ingredienti la presenza di allergeni. Ancora non non sono state date indicazioni di come tali allergeni vadano evidenziati.

Ho sviluppato varie ipotesi di come vadano evidenziati gli allergeni in etichetta e nei menù. Continue reading

Serve la Canna Fumaria per un piccolo forno elettrico in Piemonte?

Cappa aspirante e con canna fumaria Torino Piemonte

Buonasera Dott. Martino ,

ho visto parecchie sue risposte interessanti sul suo sito , e le scrivo una mail , perché non trovo dove poter fare domande online

avrei bisogno di una informazione a riguardo di una nuova attività a piano terra di un condominio .
io e la mia compagna stiamo rilevando un piccolo negozio di alimentari , e l’idea è di attrezzare la stanza sul retro con un forno elettrico per poter preparare cibi come crostate , torte salate , cose del genere .
in quella stanza ho l’arrivo di una canna fumaria , e un aspiratore a muro ( senza cappa ) , che anni fa era utilizzato da una delle vecchie gestioni per panificare , collegato con i tubi di aspirazione direttamente ai macchinari del pane .
Per mettermi in regola con l’ASL cosa devo fare ? premetto che non ci sono documenti di conformità della canna fumaria e dell’aspiratore. L’ASL di zona ( provincia di torino ) non è molto chiara a riguardo e non riusciamo a capire come dobbiamo procedere. Ripeto che il forno sarebbe elettrico, per cui a mio avviso non dovrebbe produrre fumi ma produrrebbe vapori ( se non sbaglio )
Le chiedo cortesemente un riscontro in merito , in quanto mi è stato chiesto di fare una videoispezione della canna stessa , che se non fosse necessario eviterei volentieri .
Grazie infinite . Ermanno

Gentile Sig. Ermanno,
La presenza di una canna fumaria oltre il tetto è la condizione migliore per non avere problemi con l’asl.
Secondo il DPR 25 luglio 1991 piccoli panifici, rosticcerie, friggitorie sono considerate attività ad inquinamento poco significativo Continue reading

CATERING E BANQUETING PRESSO PRIVATI, CHE FARE?

Salve,

ho un agenzia di organizzazione eventi e una mia cliente mi ha chiesto di organizzare un compleanno a casa sua occupandomi anche della parte ristorativa. Mi chiedevo però se fossero necessari dei permessi per la somministrazione di cibi e bevande oppure no e come fare ad ottenerli. E nel caso servissero, se una volta presi possono essere utilizzati anche per somministrare cibo e bevande invece che in casa di privati in sale o location che il cliente affitterebbe per l’evento, come fosse un’azienda di banqueting praticamente.

La ringrazio anticipatamente per la disponibilità

Salve,
per fare servizio catering o banqueting presso il domicilio di privati e non, è necessario che tale attività sia prevista nella DIA sanitara.

Per fare anche servizio ai tavoli con camerieri, è necessario che l’attività abbia licenza di somministrazione e che il titolare, amministratore o preposto di una società, abbia il corso sab ex rec. Continue reading

Requisiti del corriere esterno per trasporto pane

corriere per trasporto pane

corriere esterno per trasporto pane

Salve,
ci affidiamo per la distribuzione dei ns. prodotti da forno ad una società che funge
da corriere, mi può dire quali caratteristiche e quali autorizzazione il corriere deve avere.
Esistono obblighi anche da parte degli autisti, tesserino sanitario etc?
Grazie per l’attenzione

Salve,
il mezzo di trasporto deve essere autorizzato dall’asl con comunicazione apposita denominata DIA sanitaria. Continue reading