Aprire una gastronomia con girarrosto senza tavoli

per aprire una gastronomia con girarrosto Torino e provincia non occorre la licenza di somministrazione ed è possibile consumare sul posto gli alimenti acqiustati. di cosa ho bisogno per aprire passo passo

aprire una rosticceria
aprire un girarrosto

salve.

girando su internet mi hanno consigliato il suo sito e anche la sua e-mail.
abito in provincia di Torino, in un paese di circa 28 mila abitanti.
io sono Mariana, 26anni, cuoca, brasiliana di cittadinanza italiana, ho fatto i 5 anni di alberghiero e per ora sono disoccupata.
il mio compagno Daniele, 32 anni, panettiere, con diploma di superiore.
il nostro sogno, :aprire qualcosa di nostro.
ci blocca tutto, le idee, la crisi che si parla mah , c’è veramente?
cmq, tra tante idee, abbiamo forse questa volta deciso di aprire una rosticceria,un girarrosto piu che altro.
l’idea è, vendere pollo arrosto con patatine, e altre robe fritte e fatte da noi, come lasagne, arancini, calzone, come anche budini tiramisu, dolci vari al cucchiaio..
il punto è molto strategico, davanti alla stazione, e c’è anke la possibilita di consumare il cibo.
e li nascono le domande…
-se faccio consumare il cibo nel locale, e vendo anche le bibite non rientro piu come artigianato!
-avendo il diploma di alberghiero, devo fare qualche corso, o non so..
-cos’ho bisogno per aprire, se mi puo indicare passo per passo….
saro molto grata.grazie mille