CLICCA SU MI PIACE

Vendere in dropship, chi è responsabile della merce a livello sanitario?



vendere alimenti in dropship come fare

Vendere in dropship

Buongiorno.
Se io vendo in dropship generi alimentari, con un mio sito in cui raccolgo ordini e soldi, girando poi ordini ai produttori che spediranno la merce ai clienti finali… chi è legalmente responsabile a livello “sanitario” degli alimenti e della loro spedizione? Insomma, se un formaggiaio spedisce un formaggio ad un mio cliente e il cliente si prende una colica o roba simile (o magari peggio), chi ci va di mezzo, il produttore o io, che neanche ho visto la merce?
Grazie

Salve,
La domada è interessante e non è facile dare una risposta esauriente o completa; anche perchè sono plausibili diverse ipotesi e scenari.
Innanzitutto stipulerei un contratto che esoneri dalla responsabilità di eventuali danni cagionati dall’alimento non conforme da parte della ditta produttrice.
Non gestendo Lei direttamente i prodotti, non dovrebbe risponderne Lei direttamente; tuttavia non credo che tale situazione La esoneri da tutte le eventuali responsabilità.
Se il cliente finale ha avuto problemi co uno o più prodotti perchè scaduti, di cattivo sapore, infestati, alterati o non rispondenti alla descrizione, ecc., credo che contatti Lei per primo per avere da Lei una risposta e provveda sempre Lei alla risoluzione del problema.
Lei dovrà essere in grado di dare una risposta al cliente che potrebbe citarLa in giudizio in quanto unico e solo referente. Lei, a sua volta, potrà eventualmente fare lo stesso con il suo foritore anche e soprattutto in virtù di un buon contratto che la tuteli.
A mio avviso è utile che riceva dal fornitore sempre una copia di un documento di consegna che contenga anche il lotto della merce inviata al fine di soddisfare i requisiti di legge sulla tracciabilità e rintracciabilità degli alimenti

CONSULENTE HACCP E FORMAZIONE EX LIBRETTO SANITARIO, MANUALE RISCHIO DA LEGIONELLA NEI SEGUENTI COMUNI Acaia, Acquarica del capo, Acquarica di lecce, Alessano, Alezio, Alliste, Andrano, Aradeo, Arnesano, Bagnolo del salento, Barbarano del capo, Boncore, Borgagne, Botrugno, Calimera, Campi salentina, Cannole, Caprarica di lecce, Carmiano, Carpignano salentino, Casamassella, Casarano, Castiglione, Castri di lecce, Castrignano dì, greci, Castrignano del capo, Castro, Castro marina, Castromediano, Cavallino, Cerfignano, Chiesanuova, Cocumola, Collemeto, Collepasso, Copertino, Corigliano d'otranto, Corsano, Cursi, Cutrofiano, Depressa, Diso, Felline, Frigole, Gagliano del capo, Galatina, Galatone, Gallipoli, Galugnano, Gemini, Giuggianello, Giuliano di lecce, Giurdignano, Guagnano, Lecce, Lequile, Leverano, Lido conchiglie, Lizzanello, Lucugnano, Magliano, Maglie, Marina di leuca, Marittima, Martano, Martignano, Matino, Melendugno, Melissano, Melpignano, Merine, Miggiano, Minervino di lecce, Monteroni di lecce, Montesano salentino, Montesardo, Morciano di leuca, Muro leccese, Nardì, Neviano, Nociglia, Noha, Novoli, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Parabita, Patù, Pisignano, Poggiardo, Porto cesareo, Prisicce, Racale, Ruffano, Ruggiano, Salice salentino, Salve, San cassiano di lecce, San cesario di lecce, San dana, San donato di lecce, San foca, San pietro in lama, San simone, Sanarica, Sannicola, Santa caterina, Santa cesarea terme, Santa chiara di nardì, Santa maria al bagno, Scorrano, Secli, Serrano, Sogliano cavour, Soleto, Specchia, Specchia gallone, Spongano, Squinzano, Sternatia, StrudZSupersano, Surano, Surbo, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Torre cesarea, Torre dell'orso, Torre lapillo, Torrepaduli, Trepuzzi, Tricase, Tricase porto, Tuglie, Ugento, Uggiano la chiesa, Vanze, Vaste, Veglie, Vernole, Vignacastrisi, Villa baldassarri, Villa convento, Vitigliano, Zollino, Presicce
2 Comments
  1. Buongiorno,

    quali requisiti per l’apertura di un sito per la
    vendita in Drop ship di vini? E’ obbligatorio l’haccp anche se non gestisco io i prodotti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *